Master in marketing, communication & new media: l’importanza dei docenti

Comunicazione e nuovi media

Facebook, Twitter, You tube, Google. Quattro nomi, forse i più famosi, che evocano interconnessione, globalizzazione. Per le vecchie leve rappresentano un mondo “selvaggio”, sconosciuto. Per altri, quelle che potremmo definire le leve di mezzo, sono una realtà “indotta”: ci si sono trovati dentro, sebbene i loro coetanei siano stati gli inventori e gli sviluppatori dei sistemi che hanno fatto da base alla tecnologia odierna, come i computer e internet. Per le cosiddette generazioni native digitali questo è il mondo che ha come base la connettività. Opportunità di lavoro che richiedono competenze molto specialistiche, che solo la collaborazione con docenti di alto livello può garantire.

I Master in Comunicazione

“Fesbuc” è, per molti nonni d’Italia, un “posto” in internet in cui si ritrovano i loro nipoti; molti hanno imparato ad utilizzare il “T9” per messaggiare con figli e nipoti. Al di là dell’inglesismo forzato (che risveglia tenerezza) è l’emblema del mondo: la comunicazione è così importante da indurre cambiamenti epocali. Facebook e tutti gli altri, in fondo esistono per il solo fatto di rispondere ad un bisogno primario dell’uomo: interagire con gli altri suoi simili. Chi vuole farne una professione trova un valido aiuto nei master in marketing. Capire le dinamiche dei mercati, le loro possibili evoluzioni, le loro regole, sono concetti basilari per un laureato. Formarsi con un master, accanto a persone che questi concetti li utilizzano quotidianamente e ne hanno sperimentato successi ed insuccessi, è altra cosa.

Comunicare

Se comunicare è un bisogno atavico dell’uomo che lo fa per necessità e per semplice diletto, parimenti importante è l’efficacia della comunicazione. Un formatore apostrafava così i suoi alunni: un bambino è seduto in treno con la sua mamma, ad un certo punto, guardandosi in giro annoiato esclama -mamma, cacca.- La signora lo redarguisce immediatamente:-Pierino non si dicono le parolacce!- Il bimbo tace per alcuni istanti, poi torna alla carica: – mamma, cacca.- La mamma riprende il bimbo più duramente:- ti ho appena detto di non dire parolacce!!-
Trascorsi pochi secondi, una pesante valigia cade rovinosamente dal portabagagli sulla povera donna e il bimbo esclama: – l’avevo detto io che caccava!-

Comunicare è importante, capirsi essenziale. Le nuove tecnologie portano con sé neologismi, modi di dire, stravolgono i rapporti personali come li conoscevamo e ne creano di nuovi. La comunicazione sta cambiando metodica, ci si trova meno in piazza, ma si naviga tantissimo sul web. I computer prima, ma soprattutto smartphone e tablet in tempi più recenti, hanno reso la nostra, una civiltà interconnessa in veloce evoluzione.

Master in inglese

Forse l’inglese non sarà una lingua eterna, ma sicuramente è la più importante, oggi. Nel mondo è la lingua più studiata, la più importante in assoluto nel mondo lavorativo e in quello scientifico: relazioni, pubblicazioni, scambio di informazioni in congressi internazionali di alto ed altissimo livello avvengono tutte utilizzando questo linguaggio.

La formazione nei master della Bologna Business School

Alma Bologna Business School è attenta al mondo che la circonda e forma i suoi studenti con la collaborazione assieme all’International Advertising Bureau, uno degli anelli della catena formativa nel campo della digital communication. Segue l’applicazione di severi standard, in primis le capacità dei docenti che provengono sia dal mondo accademico che dal mondo del lavoro. Imprenditori e top manager apportano conoscenze dirette, esperienze di vita lavorativa. Seguono lavori di gruppo, progetti aziendali e workshop per insegnare i concetti “canone” dell’era digitale: condivisione, connessione, ascolto.Il tutto esclusivamente e tassativamente in lingua inglese, consci del suo ruolo nel mondo moderno. Conclude il percorso formativo del Master lo stage in azienda.

Scopri il programma completo del Master in marketing, communication & new media.

Master in marketing, communication and new media